Bruxelles in 60 ore

15.02.2014, ore 16, volo diretto, con la compagnia Ryanair, in direzione Bruxelles.

DSC_4588
e con circa 20minuti d’anticipo siamo all’aeroporto di Charleroy, 50minuti di autobus ci dividono da

“Bruxelles, la capitale d’Europa, del cioccolato e della birra”

l’autobus ci lascia alla stazione Gare du Midi, centro focale dei trasporti di Bruxelles, 3 fermate di metro e siamo alla fermata Borsa, dopo un pò di giri per capire qual’era la nostra viuzza riusciamo ad arrivare all’ Hotel Florìs Arlequim, centralissimo, questa la vista dalla nostra stanza.
DSC_4590
Inizia a piovigginare e la fame aumenta, vicino al nostro hotel c’è il famoso Bia Mara, fish & chips gestito da due ragazzi italiani, uno dei piu’ apprezzati su tripadvisor dove con poco più di 20euro mangiamo un ottimo pasto. DSC_4593.
Finalmente la pioggia ci da’ un attimo di tregua e ne approfittiamo per una sbirciata alla Grand Place, meravigliosa

DSC_4600

e andiamo ad assaggiare la prima birra, anzi la prima serie di birre al DelirumVillage, ormai i proprietari del Delirum hanno comprato tutti i locali della via ed hanno posto li il centro “luppolato” della movida di Bruxelles
DSC_4594

DSC_4596

DSC_4597.
dopo una bella bevuta è giunta l’ora di rientrare in hotel, 200metri ci dividono dal Delirium alla nostra branda, scelta azzeccatissima.

16.02.2014 – Colazione con vista.
DSC_4603

 

Mattinata in giro a piedi per il centro di Bruxelles, aria frizzante, senza limiti di tempo o di programmi impostati, proprio come piace a noi.

 

 

DSC_4607DSC_4610 DSC_4618DSC_4611

DSC_4619

la giornata è fresca e quindi ne approfittiamo per rifugiarci nel museo del cioccolato, 5euro, dove un maestro cioccolatiere sulla 80ina ci spiega come si fanno le praline e le varie forme di cioccolato, oltre ad una degustazione di vari tipi di cioccolato e cacao.

DSC_4630DSC_4627 DSC_4629

dopo la visita al museo andiamo a curiosare tra i vicoli del palazzo della Borsa e facciamo il piacevole incontro con il Nordzee, un pescivendolo che al contempo ti frigge quello che vuoi, una volta pronto il tuo piatto gridano a squarciagola il tuo nome, molto colorito come sistema
DSC_4662

DSC_4665

DSC_4667

dopo pranzo prendiamo la metro da Borsa-Gare du Midi- Heisel, a vedere l’Atomo
DSC_4669

DSC_4676
aperitivo in uno dei locali più antichi di Bruxelle, La Morte Subito, dove assaggiamo un ottimo mix di formaggi e salame delle Ardenne, oltre ad una birra lambic, molto fruttata
DSC_4678

 

DSC_4680 DSC_4679
la sera fare una cena con il piatto tipico di Bruxelles, cozze e patatine fritte, ottimo abbinamento a cui aggiungiamo un bel vassoio di ostriche e gamberoni, non si sa mai.
DSC_4681

DSC_4682.

17.02.2014 – oggi ci alziamo con calma e continuiamo le nostre passeggiate zingare per il centro con unico obiettivo il Mannekenpis, ovvero il bambinello che fa pipì, simbolo di Bruxelles e orgoglio cittadino, bha !
DSC_4649

DSC_4650

DSC_4651

compriamo qualcosa da portare a casa, rientriamo in hotel e riusciamo per le 18, il Delirium ci aspetta
DSC_4686

DSC_4688

DSC_4691

DSC_4692

di fianco all’entrata del Delirium c’è l’altro simbolo di Bruxelles, la bambina che fa pipì.

DSC_4685

la gran place di notte
DSC_4693
a cena siamo al locale Amadeo, il pupillo delle bracierie belghe, con un menu da 16 euro si hanno costolette di maiale fino a quando non ci se la fa più, OBBLIGATORIO MANGIARE CON LE MANI
DSC_4711

DSC_4715

DSC_4718
la serata è accompagnata da due coniugi di Chiaravalle (cz) conosciuti in aereo, una bellissima serata che vedrà la fine ovviamente con una bevuta.

LASTDAYINBRUXELLES

è ora di partire, abbondante colazione, compriamo gli ultimi regali all Impero della Birra, del formagghio Chimay al supermercato e ci dicigiamo allo shuttle che in 45 minuti ci riporterò all’aeroporo di Cherleroy.
Ci facciamo l’ultima bevuta belga
DSC_4719

e al duty-free compriamo un paio di birre da portare a casa, facciamo un volo perfetto e in due ore siamo a Lamezia Terme.

Bruxelles è una bella città, è ricca, è il cuore amministrativo dell’Europa, e che gli piace bere !

Consiglio a tutti un w.eend in questa capitale e spero che le mie quattro solite frasi e foto possano rendere l’idea i quello che ho visto, sentito, assaggiato e bevuto…..enjoy